Cane che abbaia continuamente: condannato il proprietario per il reato di disturbo della quiete pubblica ex art. 659 c.p.

Nel caso in cui il latrato del cane persista per tutta la notte, disturbando i vicini, e il proprietario non faccia nulla per impedirlo, sussiste il reato di disturbo della quiete pubblica di cui all’art. 659 del codice penale, che prevede l’arresto fino a tre mesi o l’ammenda fino a euro 309. Nel caso in questione la Suprema Corte di Cassazione ha confermato la propria giurisprudenza in merito, condannando il proprietario di un cane ineducato al pagamento dell’ammenda di 300 euro.

Cassazione pen., sent. n. 38901/2018

Qui di seguito la sentenza integrale.

Viagrande, 3 settembre 2018

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
Chiudi