Penalmente irrilevante l’omessa custodia delle munizioni.

Riportiamo un articolo pubblicato su Armi Magazine  riguardante la perseguibilità penale o meno di chi non ha custodito con diligenza le munizioni. Sul punto, la Suprema Corte di Cassazione ha escluso la responsabilità penale, dal momento che la legge obbliga la custodia adeguata delle sole armi e degli esplosivi.

L’omessa custodia di munizioni non è prevista dalla legge. Lo ha stabilito la Cassazione con una sentenza del 27 ottobre le cui motivazioni sono state rilasciate ieri: intervenendo in un caso in cui si discuteva della legittimità o meno del sequestro delle munizioni non adeguatamente custodite, la prima sezione penale della Cassazione ha ribadito che, ai sensi dell’articolo 20 della legge 110/1975, “la condotta punibile è quella della omessa custodia di armi ed esplosivi e non anche delle munizioni”. In linguaggio strettamente giuridico, il procuratore generale della Cassazione aveva chiesto il respingimento del ricorso del pm a causa “dell’insussistenza del reato individuato come giustificativo del sequestro [poi] impugnato”.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
Chiudi