Responsabilità penale e civile per lesioni da morsi del cane

Condanna in sede penale per lesioni colpose e risarcimenti danni cospicui per il padrone  che non vigila correttamente sui propri cani, quando questi aggrediscono terzi.
E’ auspicabile, a seguito di tristi vicende di cronaca nera, come anche i più mansueti cani da compagnia possano mordere le persone senza un apparente motivo.
Per tale ragione, la giurisprudenza è intervenuta più volte, riconoscendo in capo al proprietario una posizione di garanzia che lo obbliga a controllare e custodire i suoi cani, adottando ogni cautela per evitare e prevenire possibili aggressioni a terzi, perfino all’interno dell’abitazione”.
Si tratta, quindi, di una forma di responsabilità oggettiva, che prescinde da qualsiasi forma di colpevolezza.
Inoltre, la pericolosità di un animale non è data dal fatto che il cane appartenga o no a una classe di animali feroci, dal momento che pure cani solitamente mansueti possono esternare comportamenti aggressivi.
Ne sa qualcosa un uomo condannato in sede penale per il reato di lesioni colpose e a 5000 euro di risarcimento danni provocati dal suo cane a un terzo, permanentemente sfregiato.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
Chiudi