Ringraziamenti

Non immaginavo quanto affetto avrei potuto ricevere dai tantissimi cacciatori che hanno seguito le vicende del C.V. siciliano 2017/18, impugnato dal WWF e altre sigle ambientaliste e da noi difeso in sede T.A.R.

Vi ringrazio tutti.

È prematuro parlare di vittoria, solo una sentenza passata in giudicato può riconoscerla; tuttavia, un primo concreto risultato lo abbiamo ottenuto: 33 mila siciliani godranno (se il Ministro Galletti non ci si mette di traverso anche stavolta) della preapertura della stagione venatoria messa a rischio con l’impugnativa. Non mi sembra cosa da poco.

Consentitemi di ringraziare pubblicamente mia figlia, l’Avv. Francesca Di Giunta: le sue ricerche giuridiche, ahimè anche notturne, sono state determinanti. Un grazie va anche all’Avv. Alfio Barbagallo che puntualmente ha esposto nel migliore dei modi il nostro atto d’intervento al Presidente della II sez., il quale ha accolto tutta la linea difensiva.

Un grazie va ai funzionari dell’Assessorato Agricoltura e della Segreteria tecnica dell’Assessore: mi riferisco al Dott. Sinatra, ai Dott.ri Gufo e Guzzo, oltre a colui che è ormai la memoria storica del Servizio faunistico dell’Assessorato Agricoltura, il Geom. Pippo Qualera. Le loro premesse al provvedimento impugnato hanno facilitato non poco la difesa.

Come dimenticare poi le Associazioni a respiro regionale che ci hanno dato mandato accordandoci la massima fiducia: il Sindacato Nazionale Cacciatori e i Liberi Cacciatori Siciliani rappresentati da Stefano Privitera, il C.P.A. Sicilia di Vincenzo Nizza, l’Associazione Artemide di Giovanni Rizzo, la Federazione Caccia Regno delle Due Sicilie e la Federazione Caccia per le Regioni d’Europa rappresentate rispettivamente da Giuseppe Rovituso e Giovanni Immordino, per ultima, non certo per importanza, la Federazione Siciliana della Caccia.

Resta il rammarico di aver dovuto affrontare anche quest’anno la questione innanzi ad un Giudice, anziché nel luogo addetto alla composizione degli opposti interessi in gioco: il Comitato Regionale Faunistico Venatorio, divenuto ormai organo pletorico incapace di evitare ricorsi innanzi al G.A.

Non resta che ringraziarVi ancòra, e darVi un “in bocca al lupo” per sabato.

Viagrande, il 31 agosto 2017                                                                              

Giovanni Di Giunta

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
Chiudi