Condannato per furto di energia elettrica, la Prefettura decreta il divieto di detenzione armi. T.A.R. Catania sospende il decreto prefettizio.

Secondo la difesa assicurata dall’Avv. Di Giunta, nessun nesso logico/giuridico sussiste tra la  condanna per furto e l’inaffidabilità a detenere armi. Condivide l’assunto il Tribunale etneo. Risultato: decreto prefettizio di divieto detenzione armi sospeso.

T.A.R. Catania, Ord. n. 278/2019

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
Chiudi